8.8.19

Valentino Haute Couture inverno 19/20: la sfilata

 
Me ne rendo conto, sono un po' in ritardo (apriamo con un leggero eufemismo valà): il periodo della Haute Couture è passato da un pezzo e si sta già attendendo con ansia le prossime sfilate per la p/e 2020. Diciamo che una certa tesi di laurea (questa sconosciuta) si è frapposta impertinentemente tra me e le scorse sfilate, e quindi mi ritrovo a fare ammenda alle mie lacune soltanto ora. 
La prima sfilata che ho guardato è stata proprio quella di Valentino: pura casualità in quanto era tra i primi risultati della mia ricerca YT, ma si è rivelata un'ottimo inizio. Ecco qua le mie impressioni a riguardo. 


18.7.19

"Spirit" di Beyoncé: parliamo di moda

Beyonce voices Nala, the lioness queen of Pride Rock, in the remake of “The Lion King.” 
Il 21 agosto 2019 uscirà nelle sale americane e italiane l'attesissimo remake Disney de Il Re Leone: prendete nota, perchè Disney ha deciso di fare le cose in grande, ed anche chi non è appassionato di film di animazione avrà pane per i propri denti. Beyoncé darà voce alla leonessa Nala, ma la cantante non si è fermata qui, producendo interamente la colonna sonora del film!¹ L'album The lion king: The gift sarà pubblicato dopodomani, ma online è già stato rilasciato il video del singolo Spirit. Nel post di oggi voglio guardare con voi questo video e parlare dei costumi spettacolari indossati da Beyoncé durante le riprese.

1.7.19

Iris Van Herpen, un'artista d'eccezione

Risultati immagini per iris van herpen
La settimana della Haute Couture parigina è qua. Vorrei perciò introdurre nelle pagine di questo blog un nome insigne della moda, la cui sfilata mi ha favorevolmente colpito. Va da sè che ritroverete come di consueto la mia opinione nelle righe che seguono, corredata di qualche informazione che possa far conoscere questa creatrice a chi non la avesse mai sentita nominare (cosa estremamente ardua!). Ecco, facciamoci due chiacchiere su Iris Van Herpen.


23.1.18

Il monogramma, un fondamentale di stile

E' inutile, non so proprio che farci. Dopo qualche anno di transizione (mi riferisco a quelle fasi di stile di certi periodi della proprio vita che si vorrebbe dimenticare) sono giunta alla conclusione che adoro lo stile chic. O meglio, snob. Vado pazza per i cappotti con revers e dalle linee semplici (oltretutto il cappotto militare è uno dei trend di stagione), le camicie su misura e gli abiti che calzano a pennello, i collant fumè sotto una pencil skirt. E' un po' il mio amore per il vintage e per l'eleganza degli anni che furono che prende il sopravvento.
Ho imparato a saper valorizzare il dettaglio, che spesso viene trascurato, ma è l'elemento chiave di qualsiasi look aristo-chic: vi immaginate la poesia di un bottone penzolante, un orlo scucito, un paio di jeans troppo lunghi? Beh, io no!

Una delle mie fisse snob del momento è il monogramma, assolutamente l'ideale per tutti coloro che vogliano elevarsi al rango di baronetto/pulzella reale per un aperitivo o un giro per negozi.

20.2.17

Solo bagaglio a mano: a Londra viaggio leggera


Ogni anno ci ricasco. E' più forte di me.
Non parlo di torte al cioccolato o dell'ultimo paio di Louboutin, ma di un viaggio nella capitale più piovosa d'Europa! London, I'm coming back.

Su questo blog ormai potete trovare di tutto e di più su Londra: i miei fotodiari di viaggiostreetstyleacquisti, ma soprattutto tante dritte per la valigia perfetta (qui e qui i post). Le fonti? Beh i miei svariati viaggi oltremanica (siamo a quota 5 per la precisione).

Oggi supererò me stessa ancora una volta, consegnandovi le regole d'oro per un viaggio super light con solo bagaglio a mano. Non ci credete?

31.1.17

Femme Fatale Collection

IT: Ogni studente di moda che si rispetti ha i suoi sogni e le sue ambizioni, e pure io in quanto tale. La cosa più difficile è rendere i sogni reali e le ambizioni raggiungibili, ma con un po' di fortuna, di perseveranza e impegno si può arrivare a tutto. 

In settembre si è realizzato il mio.

Vi presento Manica, il nuovo brand emergente italiano di streetwear che ho fondato insieme ad un mio carissimo amico. Questa è la nostra prima collezione, dedicata a tutte le donne che vogliono sentirsi delle vere e proprie  femme fatale.

15.1.17

Feels good to be a buzzcut girl



IT: E finalmente foto le tanto promesse. Vi avevo già anticipato in questo post il mio colpo di testa, ed ecco la prova inconfutabile! Le foto sono state scattate l'estate scorsa durante una splendida vacanza super rilassante alle terme, e da allora il taglio non è cambiato di una virgola. 
Non rimpiango assolutamente le ciocche lunghissime.
E' fantastico essere una ragazza rasata!

ENG: And finally, here there are the pics I've promised you in this post about my really drastic haircut! The pics have been taken during a most marvellous and relaxing thermal holiday this summer, and I've kept the hairstyle since. 
No regrets at all! Feels good to be a buzzcut girl!

1.1.17

Bio haircare routine: il sapone di Aleppo

Risultati immagini per we heart it hair
E' iniziato il 2017 ed anche io non posso astenermi dallo stilare i miei buoni propositi per i mesi a venire (che siano rispettati, poi, è un'altra cosa). Finalmente come promesso tanto tempo fa, ecco il post sulla mia haircare bio al sapone di Aleppo.

Ci siamo lasciati con questo post chiacchierando di esperimenti no-poo, e fra tutti i metodi che esistono in rete (fidatevi, li ho provati tutti) il sapone di Aleppo è effettivamente il più semplice, efficace e genuino.

ENGLISH

25.7.16

Buzzcut forever

Avete mai avuto voglia di un cambio radicale? Una di quelle idee pazze che ti frullano in testa e che periodicamente ritorna fuori come un coniglio da un cilindro, proprio quando pensavi di averla abbandonata?

Ho una voglia pazza di rasarmi i capelli a zero!

Non fraintendete: io adoro i capelli lunghi, ed al momento sto pianificando di farmeli allungare fino a raggiungere le lunghezze che avevo una volta. Ma contemporaneamente non ho la pazienza di aspettare così tanto, e frequentemente cedo alla tentazione e me li taglio corti. Chi l'ha detto che in uno dei prossimi post non mi vediate alla maschietto? O magari è soltanto l'ennesima idea pazza che rimarrà chiusa nel cassetto (vi ricordate del piercing?). Ma il fatto rimane: adoro i capelli à la garçonne!

*
Questa bozza di post risale ad esattamente un anno fa. Confesso di avere totalmente abbandonato l'idea fino ai primi di giugno scorsi in cui il pensiero è ritornato fuori come un coniglio da un cilindro (viva le auto-citazioni). E allora ho detto basta dubbi, basta debolezze, basta noie, basta pregiudizi e stereotipi. 

Basta capelli.

21.6.16

Ceretta superveloce a casa con solo 5 euro

Immagine di summer, water, and legs
Noi donne ci lasciamo schiavizzare dalle immagini femminili trasmesse dai media, si sa. Obbligate a estirpare ogni millimetro di pelo presente sul nostro corpo. E ora pure gli uomini si sono aggiunti (salvatevi dal dolore, voi che potete!). Quindi sono felice, dal momento che il mio post sarà utile al doppio di persone. 

...Scherzavo!

La ceretta in casa è un grande Mah. Ci sembra di non riuscire a raggiungere risultati professionali nonostante spendiamo miliardi negli ultimi ritrovati della tecnologia. Il tempo che impieghiamo per depilarci è sempre troppo e mai compatibile con il tran-tran giornaliero. Tutti i trucchi che sul web promettono miracoli su di noi non funzionano mai...

Nell'attesa di trovare il coraggio di sfidare l'opinione pubblica smettendo di depilarmi totalmente vi lascio qualche consiglio (testato dalla sottoscritta) e a prova di imbranati spaziali per cerettarsi a casa in modo super efficace, super veloce, ma soprattutto super semplice e super economico!