8.6.20

No time to die: il guardaroba firmato di 007

James Bond scatenato: nuovo spot e poster per 007: No Time To Die
Il nuovo film dell'agente segreto 007 arriverà in ritardo rispetto alle previsioni, causa coronavirus e diatribe con il precedente regista: nelle sale britanniche il 12 novembre 2020, e il 25 negli USA. E' un tweet ufficiale ad annunciarlo¹. La pellicola, intitolata "No Time To Die", è la venticinquesima della serie e vedrà per la quinta ed ultima volta l'attore britannico Daniel Craig nei panni del celebre agente James Bond. 

La saga cult ha creato attorno a sè un vero e proprio "universo 007" già dal primo film (Licenza di uccidere, 1962, titolo originale Dr.No): mi riferisco a film, libri, racconti, spin-off, e soprattutto al "James Bond lifestyle". L'agente segreto è diventato un'icona dello stile maschile, e la pellicola No Time To Die non sarà un'eccezione. 

27.5.20

Covid e Fashion Week 2020: oltre la mascherina

Coronavirus Arrives Unfashionably Early During Italy's Fashion ...
Il mondo è stato preso alla sprovvista dalla recente pandemia. Chi si sarebbe aspettato un contagio su scala mondiale, uno stravolgimento così repentino delle nostre vite e delle nostre routine? 

Il virus è riuscito in poco tempo a sovvertire tutto, influenzando ogni settore economico sia nel bene che nel male, e la moda non è un'eccezione.

Negozi temporaneamente chiusi, incremento esponenziale di acquisti online, paralisi delle spedizioni.
Chiusura definitiva di punti vendita, licenziamenti.
Ordini saltati, sfilate cancellate.
Calo enorme in fatturato del settore tessile-abbigliamento (italiano) che ammonta a 7-9 miliardi di euro secondo una stima di Sistema Moda Italia¹, mentre le perdite stimate per il settore del lusso mondiale salgono a 30-40 miliardi².
Il signor Giorgio Armani che ha comunque realizzato la sua sfilata PE 2021 durante la scorsa Milano Fashion Week, ma a porte chiuse e con diffusione in streaming.

Questo è quanto è successo E il futuro?

8.8.19

Valentino Haute Couture inverno 19/20: la sfilata

 
Me ne rendo conto, sono un po' in ritardo (apriamo con un leggero eufemismo valà): il periodo della Haute Couture è passato da un pezzo e si sta già attendendo con ansia le prossime sfilate per la p/e 2020. Diciamo che una certa tesi di laurea (questa sconosciuta) si è frapposta impertinentemente tra me e le scorse sfilate, e quindi mi ritrovo a fare ammenda alle mie lacune soltanto ora. 
La prima sfilata che ho guardato è stata proprio quella di Valentino: pura casualità in quanto era tra i primi risultati della mia ricerca YT, ma si è rivelata un'ottimo inizio. Ecco qua le mie impressioni a riguardo. 


18.7.19

"Spirit" di Beyoncé: parliamo di moda

Beyonce voices Nala, the lioness queen of Pride Rock, in the remake of “The Lion King.” 
Il 21 agosto 2019 uscirà nelle sale americane e italiane l'attesissimo remake Disney de Il Re Leone: prendete nota, perchè Disney ha deciso di fare le cose in grande, ed anche chi non è appassionato di film di animazione avrà pane per i propri denti. Beyoncé darà voce alla leonessa Nala, ma la cantante non si è fermata qui, producendo interamente la colonna sonora del film!¹ L'album The lion king: The gift sarà pubblicato dopodomani, ma online è già stato rilasciato il video del singolo Spirit. Nel post di oggi voglio guardare con voi questo video e parlare dei costumi spettacolari indossati da Beyoncé durante le riprese.

1.7.19

Iris Van Herpen, un'artista d'eccezione

Risultati immagini per iris van herpen
La settimana della Haute Couture parigina è qua. Vorrei perciò introdurre nelle pagine di questo blog un nome insigne della moda, la cui sfilata mi ha favorevolmente colpito. Va da sè che ritroverete come di consueto la mia opinione nelle righe che seguono, corredata di qualche informazione che possa far conoscere questa creatrice a chi non la avesse mai sentita nominare (cosa estremamente ardua!). Ecco, facciamoci due chiacchiere su Iris Van Herpen.